Vivere in una casa costa. Tra bollette, affitto e tasse, la vita in una casa comporta notevoli spese. Una coppia americana sembra aver trovato l’idea creativa per risparmiare: un vecchio scuolabus trasformato in una vera e propria casa ambulante, con tutte le necessità (o quasi) di una casa al suo interno, ma senza i relativi costi.

Lo scuolabus trasformato in casa: il progetto di Lindsay e Leo

Lindsay Chapman, pubblicitaria di 29 anni, e Leo Ross, vigile del fuoco di 33, vivevano in una casa in affitto nel Massachusetts. Leo coltivava da tempo l’idea di costruire questa “casa alternativa”, per vivere una vita più avventurosa. Alla fine, anche la sua compagna si è convinta, rendendosi conto che non c’era nulla che li legasse davvero a quel posto.

Inizia così l’avventura di Lindsay e Leo, che hanno acquistato un vecchio scuolabus a New York a un prezzo irrisorio (1510 dollari, circa 1250 eurocon l’obiettivo di ristrutturarlo completamente e trasformarlo nella casa dei loro sogni.

La coppia ha seguito un tutorial di YouTube per operare un restyling completo del vecchio scuolabus, targato 2003: Leo si è occupato del lavoro manuale, e Lindsay del design. In tre mesi di lavori, nel 2019, hanno trasformato lo scuolabus in una casa abitabile, sventrandone gli interni e rimuovendo i sedili. I due disponevano di un budget di 10.000 dollari (poco più di 8000 euro), completamente esaurito alla fine della ristrutturazione; ma del resto, una volta finiti i lavori, non restavano molte altre spese. Lindsay e Leo, infatti, stimano che vivere sull’autobus abbia fatto risparmiare loro circa 2000 dollari al mese, non dovendo pagare più bollette, affitto o tasse di residenza.

I due hanno deciso quindi di viaggiare: con il loro scuolabus trasformato in casa, si sono spostati in almeno 15 stati degli USA e hanno girato l’intero paese due volte in un anno. Pagano il gasolio, certamente, ma quando scelgono dove parcheggiare non hanno molte spese aggiuntive.

Un originale stile di vita

La vita a bordo di uno scuolabus trasformato in casa ha certo dei vantaggi economici, ma non è sempre semplice. Il veicolo è di circa 38 metri quadrati: uno spazio assai ristretto da condividere. Inoltre, non dispone di un bagno, il che obbliga la coppia a fermarsi sempre in luoghi dotati di servizi. Normalmente, Lindsay e Leo si fermano vicino alle palestre per poter fare la doccia; con la chiusura dovuta alla pandemia, mentre si trovavano in Nevada, hanno deciso di parcheggiare fuori dalla casa di un parente fino alla riapertura.

Eppure, nonostante i disagi che questo stile di vita può comportare, i due appaiono davvero felicissimi della loro scelta. Secondo Lindsay, vivere in così poco spazio li ha avvicinati ancora di più come coppia: “Per decidere di fare questo passo, devi davvero apprezzare la persona. Noi abbiamo imparato molto l’uno dell’altro, e la cosa bella è che ci ha incoraggiato a passare più tempo fuori. Mangiamo fuori e ci alziamo e andiamo a fare escursioni. Abbiamo deciso di viaggiare in tutto il paese ed esplorare. Siamo stati in California, New Mexico, Nevada, Arizona, New Hampshire, Vermont e altro ancora. Non vediamo l’ora di rimetterci in viaggio”. Inoltre, Lindsay continua a lavorare nella pubblicità da remoto, mentre Leo lavora nelle città in cui si fermano durante il viaggio. I due hanno persino una pagina Instagram in cui raccontano la propria avventura: chissà che a qualcuno anche in Italia non venga l’idea di seguirli e trasformare un autobus in una casa a basso costo!

Leave a Reply