Lo chiamano il “lago fantasma”, perché appare e scompare. Nessuna magia o stregoneria, ma semplicemente un lago stagionale: è il Lech de Ciampedel, a Salva di Val Gardena, in provincia di Bolzano.

Uno splendido specchio d’acqua, circondato dal verde della natura, che si può ammirare solo per poche settimane all’anno. Una bellezza e un’unicità che hanno portato questo laghetto segreto a entrare a far parte del Patrimonio dell’Unesco.

Per chi fosse interessato a scoprire questa perla altoatesina, il periodo in cui il Lech de Ciampedel “esiste” va dalla metà di maggio alla metà di giugno, circa, quando le temperature si alzano e i ghiacci si sciolgono, andando a formare questo specchio d’acqua che con i raggi del sole si colora di un azzurro/verde difficilmente spiegabile a parole.

Secondo le ultime indicazioni del sito ufficiale della Val Gardena, il Lech de Ciampedel è “aperto” dal 20 maggio al 24 giugno e le visite guidate partono dalle otto del mattino fino alle undici, organizzate dall’Associazione turistica Selva Val Gardena, al costo di venti euro, dieci per i bambini. Non si tratta di un itinerario difficile: si consigliano semplicemente delle scarpe da trekking e una giacca a vento. E, volendo, dei bastoni per agevolare la camminata

L’escursione peraltro vi guiderà nella valle del canyon lunga sette chilometri fino al prato disseminato di fiori noto come “Pra da rì”, ovvero il prato che ride.

Lech de Ciampedel prato

Leave a Reply