A chi verrebbe in mente di andare a un rave party con l’autobus?
Siamo d’accordo tutti che l’autobus è un ottimo mezzo di trasporto per raggiungere le mete più disparate. Oltre a essere particolarmente sicuro e comodo. Nel nostro immaginario di uomini comuni, con poca fantasia, lo pensiamo utilizzato soprattutto per gite scolastiche o per viaggi di gruppo.

Beh, il 23 giugno di quest’anno, una strana e colorata compagnia di ragazzi si voleva servire di un bus per recarsi una festa un po’ particolare. Per precisione l’autobus in questione aveva come meta un rave party.

IL TEKNOBUS

A quando pare, alcuni ragazzi aveva pensato bene di servirsi di un autobus per i viaggi organizzati, per raggiungere la sulla spiaggia di Torregaveta, a Bacoli. Nella cittadina dei Campi Flegrei, in provincia di Napoli, si sarebbe dovuto tenere un rave party. I ragazzi sono stati fermati insieme a molti altri che si sono serviti di mezzi più comuni, come treno e auto, e la festa è stata bloccata.

IL PRIMO CITTADINO RIFLETTE A PROPOSITO DEL RAVE

“C’è chi, per questa notte, stava organizzando un “rave party” sulla spiaggia libera di Torregaveta. Attesi centinaia di giovani da tutta la provincia di Napoli.” ha commentato il sindaco di Bacoli.  “In arrivo con treno e, addirittura, con un autobus organizzato per l’occasione. Senza alcuna autorizzazione. Siamo immediatamente intervenuti con le forze dell’ordine. In spiaggia, già pronte casse per sparare musica a tutto volume. E centinaia tra lattine di birre e bottiglie di super alcolici da vendere durante la festa. Allucinante. Si è provveduto a porre tutto sotto sequestro. Invito chi aveva prenotato, o chi aveva pensato di venire, a starsene comodamente a casa”.

Lungi da noi la presunzione di giudicare moralisticamente come a questi ragazzi piace divertirsi. Anzi, a noi di TRAVEL sarebbe piaciuto molto vedere dal vivo un autobus del genere. Unico appunto: forse questa FASE 3, ancora piena di incertezze, non è esattamente il momento migliore per organizzare un rave party.

Leave a Reply